Giovanni Blanco

La sua ricerca espressiva si costella di un immaginario poetico concepito per cicli narrativi, dove ogni singola immagine è pensata come un frammento di un discorso più ampio, “plurale”, vivendo così l’esperienza della pittura come un mezzo e mai come un fine.

“Per me il quadro è un dispositivo aperto, portatore di sconfinamento e memorie, al fine di organizzare pensieri che sappiano restituire questo mio sguardo pluridirezionale.”

Attualemte vive e lavora a Modica e a Bologna